salute-anziano

L’Italia, lo sappiamo, è un paese di persone che invecchiano: tecnologie migliori, più supporto medico e minore natalità aumentano di molto la vita media per le persone anziane, che devono però fare i conti con numerose problematiche di salute per più tempo.

Ecco quali sono 4 pratiche da rispettare per conservare al meglio la salute della persona anziana, per più tempo possibile!

Monitorare il peso

Il metabolismo, più l’età aumenta, più tende a rallentare. Questo significa che il corpo consuma meno energie per funzionare, e che a parità di calorie assunte con la dieta tenderà a smaltirne di meno causando un fisiologico aumento di peso.

Sebbene un certo grado di rilassatezza dei tessuti sia considerato normale a quest’età, è comunque necessario intervenire per evitare uno smodato aumento di peso.

Altre cause alla radice di questo problema possono essere:

  • difficoltà a cucinare o ad alimentarsi in modo sano, per motivi mentali o fisici, che tendono a far ripiegare su cibi meno genuini (un problema con cui anche i care-giver si trovano spesso a fare i conti, per soddisfare la persona cara ma dai gusti difficili di cui si devono occupare)
  • minore attività fisica giornaliera e tendenze più sedentarie
  • depressione e malumore, che possono cercare uno sfogo nell’alimentazione poco equilibrata se non riconosciute e trattate opportunamente
  • l’uso di alcuni farmaci spesso prescritti per combattere gli acciacchi dell’età

Una dieta variegata, salutare e bilanciata, anche con l’intervento di un nutrizionista specializzato nella salute degli anziani, è indubbiamente il primo step da affrontare.

Smettere di fumare

Smettere di fumare è un altro importantissimo passo per preservare al massimo la salute di cuore, polmoni e sistema circolatorio, già per loro natura esposti all’invecchiamento (e in particolare nelle donne, anche degradati dalla riduzione degli ormoni circolanti dopo la menopausa).

Sebbene rinunciare al fumo possa essere molto complesso per un fumatore di vecchia data è indispensabile che la famiglia e i sanitari si uniscano e facciano un fronte comune per aiutare e sostenere l’anziano in questa missione.

Attenzione, nel caso di un fumatore incallito o di una persona con noti problemi di circolazione, ad essere ancora più accorti nel sostegno alla decisione dell’interrompere il fumo.

Ricominciare con lo sport

Ci sono dei sintomi specifici della cattiva circolazione sanguigna visionabili su https://www.privatassistenza.it/blog/i-dieci-sintomi-della-cattiva-circolazione/ ed a sopperire a queste carenze (ovviamente sentito il parere del medico) si può fare dell’attività fisica.

Gli sport a bassa intensità sono ideali per mantenere, anche in età avanzata, la mente e il fisico nelle migliori condizioni possibili.

Occasioni di socialità, produzione di endorfine, mantenimento di muscoli, ossa e cartilagini, salute del cuore e del sistema vascolare: se iniziassimo davvero ad elencare tutti i benefici di un’attività fisica dolce ma regolare, dovremmo scrivere mille articoli!

Tra le attività fisiche a minor impatto traumatico che vogliamo consigliare ci sono:

  • nuoto e sport acquatici come l’aquagym
  • camminata in piano e su terreni solidi
  • pilates e yoga dolce
  • ginnastica posturale
  • ballo
  • bocce

Se la persona non si sentisse sicura a praticare sport fuori casa, è sempre possibile aiutarla con le pulizie domestiche, preferendo le scale all’ascensore o con piccoli esercizi fatti a casa, magari con un pesetto leggero o fasce elastiche.

Allenare la mente

Anche la mente, esattamente come il fisico, richiede un allenamento continuo per rimanere attiva e pronta a nuove sfide.

Parole crociate, puzzle, quiz televisivi, lettura in gruppo, ricamo, riviste, pittura, disegno, cucinare insieme, giochi di società sono tutti modi per stimolare la curiosità, la creatività, la memoria e in generale le attività di pensiero più raffinate.

Tutte queste attività di mantenimento della mente possono rimandare una decisione che purtroppo molte famiglie devono affrontare di fronte al decadimento psicologico della persona cara, cioè la nomina di un amministratore di sostegno.

NOTE

  • Disturbi frequenti dell’alimentazione nell’aziano: salute.gov.it/portale/p5_1_2.jsp?lingua=italiano&id=280
  • Benefici dell’attività fisica per l’anziano: www.bollinirosargento.it/news/sport-adatti-agli-anziani
  • Attività mentali e creative per l’anziano: grupposanitalia.it/stimolare-la-mente-degli-anziani-attivita-e-idee-per-mantenerla-attiva/
  • Nomina dell’amministratore di sostegno: it/nuovi-poteri-allamministratore-di-sostegno-rappresentanza-e-cure-sanitarie/

DISCLAIMER: “Per approfondire e ottenere consigli specifici sui vostri problemi di salute, rivolgetevi al vostro medico, poiché l’articolo ha solo un fine informativo”.

Di