Scrittori esordienti? Come scegliere la casa editrice

scrittori-esordienti

Individuare le case editrici più affidabili per gli scrittori esordienti, è importantissimo per non sperperare tempo e denaro. Chiunque si diletti a scrivere o lo fa in modo professionale, deve conoscere l’affidabilità delle società a cui affidare la commercializzazione dei libri.

Purtroppo l’editoria è un settore molto complesso, in primis riconoscere le case editrici maggiormente affidabili sembra un’impresa tutt’altro che semplice. Uno degli errori più comuni commessi da scrittori e scrittrici è aver fretta, fretta di pubblicare un tomo con il proprio nome.

3 Segreti per scegliere per le case editrici più affidabili

Esistono orientativamente, 3 soluzioni per scegliere le case editrici maggiormente affidabili. Quest’ultime si suddividono in pubblicazioni e catalogo, fiere e promozione ed infine gli editori che sono “a pagamento”. Cerchiamo di trattare i singoli argomenti in modo piuttosto dettagliato.

Il primo step riguarda la coerenza editoriale. Sarebbe inutile scegliere una casa editrice che in primis non segua la stessa mission e vision di chi scrive. Per farlo basterà estrapolare le informazioni dal catalogo e leggere la presentazione della società, affinché si possa avere una panoramica ben precisa.

Vanno tenute in conto anche le pubblicazioni. Generalmente, un editore farà stampare circa 5 titoli per ogni singolo anno.

I canali di distribuzione sono altre fonti importanti per poter vendere i propri titoli. Bisognerà accurare in che modo le case editrici decidono di promuoverli: tramite fiere di settore o eventi pubblici ad esempio. Un’attività indispensabile per conoscere la metodologia di commercializzazione.

Chiaramente, l’autore del libro non dovrà stare con le mani in mano ed attendere che sia la casa editrice a fare tutto autonomamente. L’interesse dovrà essere reciproco, quindi l’impegno dello scrittore/scrittrice, sarà quello di attivarsi e partecipare a congressi o eventi per farsi conoscere.

Gli scrittori esordienti, non dovranno in alcun modo rivolgersi a chi chiede un pagamento per la pubblicazione. Questo perché gli editori che sono disposti a coprire il costo che avrebbe dovuto investire l’autore del libro, sono gli stessi con maggior propensione ed interesse a distribuire il titolo su più canali.

Dopo aver visto come scegliere la miglior casa editrice (seguendo tutti i principi esposti), suggeriamo di contattare le case editrici per esordienti che diano la possibilità di pubblicare senza alcun contributo economico.

Ribadiamo l’importanza di affidarsi ad editori responsabili, seri e di cui potersi fidare. Seguendo con criterio gli step elencati, siamo certi che la ricerca è senza dubbio più facile del previsto.