Le Professioni Digitali del Futuro

Negli ultimi anni l’evoluzione del web ha portato al nascere di nuove professioni, che vengono svolte soprattutto in rete, sul web. Si tratta di professioni particolarmente richieste ma che, per poter garantire un buon successo, hanno bisogno di essere fondate su competenze specifiche, frutto di una formazione accurata.

Il lavoro del futuro

Il lavoro sul web permette di mettere a frutto un gran numero di skills, sia quelle così definite soft che le hard. Chi ha competenze nei diversi settori potrà sicuramente inventarsi un lavoro in tempo di crisi, soprattutto se a queste competenze vengono associate delle buone conoscenze del mondo digitale.

D’altro canto, il mondo della rete evolve in maniera molto rapida ed è necessario saper stare al passo con i tempi: fino a pochi anni fa, ad esempio, le figure professionali che operavano in rete erano molto poche: si pensi ad esempio ai blogger.

Oggi i blog sono diventati solo uno dei tanti modi per lavorare in digitale, mentre si sono sviluppate un gran numero di figure professionali che operano un po’ in tutti i contesti del mondo digitale, da quello comunicativo come blog, siti e altro, a quello prettamente tecnico, come i Seo Specialist, i Web Analyst o i Web Content Editor.

Parola chiave: competenza

Per poter sviluppare un lavoro indipendente, da inventare completamente dal nuovo, è fondamentale avere competenze in un determinato settore.

Nel mondo lavorativo odierno si distinguono quelle che sono le soft e hard skills; le prime possono essere considerate le competenze derivate dal proprio carattere, ossia la pazienza, la resilienza, l’intelligenza emotiva e la tenacia.

Si tratta di competenze che si possono apprendere ma che in qualche modo sono più complesse da imparare se non si è portati verso un determinato tipo di comportamento. Le hard skills, invece si possono definire come le competenze tecniche acquisite tramite studio e formazione.

Per inventarsi un lavoro nuovo il giusto mix di entrambe le caratteristiche è fondamentale, in quanto se da un lato è necessario avere le competenze tecniche per sviluppare un nuovo progetto, dall’altro solo la tenacia, la capacità di creare rapporti lavorativi e di operare in gruppo può garantire il successo del proprio lavoro.

Potrà sembrare strano che si parli di soft skills in ambito di lavoro digitale e tuttavia anche queste sono di primaria importanza: le analisi dei dati, l’ottimizzazione dei contenuti, nonché la loro realizzazione – solo per fare alcuni esempi – devono tenere conto anche dei “sentiment” di chi vive in rete, puntando in tal modo a trovare sempre il giusto equilibrio tra gli aspetti tecnici e quelli emotivi.

Il SEO Specialist: l’incontro tra soft e hard skills

Per comprendere al meglio come le differenti tipologie di competenze siano entrambe fondamentali nella definizione di un lavoro digitale si riporta di seguito un esempio di una professione ormai abbastanza radicata nel mondo digitale, ossia il SEO Specialist.

Si tratta di una figura professionale che opera per ottimizzare, all’interno dei vari motori di ricerca, i contenuti dei siti internet.

Se alla base del lavoro di un SEO Specialist ci sono le numerose conoscenze nel campo SEO, dalle impostazioni del sito web alla link building, dalla scelta delle keyword secche alle long tail, dall’analisi dei contenuti a quella dei competitors, va sottolineato che il vero successo di questa figura professionale è data dalle soft skills, che permettono di comprendere le esigenze dei clienti, in modo da realizzare dei contenuti che siano in grado di soddisfare le richieste maggiormente effettuate da quanti navigano in rete.

Le professioni digitali che verranno sempre più richieste

Quanto detto per il SEO Specialist è vero anche per altre numerose professioni digitali che sempre più spesso vengono richieste dalle aziende che vogliono trarre il massimo dalle possibilità della rete sia in termini di visibilità che, naturalmente, di fatturato.

Per questo motivo un’azienda moderna avrà bisogno di un E-Reputation Manager, ossia una delle figure professionali che più di tutte potrà garantire il miglioramento della reputazione aziendale in rete.

Il ruolo di questo professionista è infatti quello di verificare e analizzare quale sia la reputazione online di un’azienda e di portare a termine strategie per eliminare quelle situazioni critiche che non permettono di esaltarne la fama.

Per poter operare in tal senso l’E-Reputation Manager avrà bisogno di competenze specifiche in software di analisi e di un’elevata elasticità mentale per dare vita a strategie sempre differenti per l’identificazione di influencer di rete che possano portare a un miglioramento della reputazione dell’azienda con cui si lavora.

Tutti i dati aziendali relativi al web devono essere analizzati e interpretati per poter definire delle strategie aziendali volte al miglioramento del brand.

Queste operazioni vengono svolte dal Web Analyst, una delle nuove professioni digitali che nei prossimi anni troverà sempre più spazio nelle aziende di ogni tipo.

Il Web Analyst è infatti addetto al controllo e alla gestione dei dati e delle informazioni che vengono raccolte tramite le operazioni sul web, analizzando e valutando i risultati di traffico, campagne e conversioni per verificarne la validità e definire strategie di implementazione dei risultati.

Ancora, i futuri professionisti potranno essere Web Content Editor, Digital PR, Digital Strategist o ancora E-Commerce Project Manager: e sicuramente con l’evoluzione del mondo digitale nasceranno anche nuove figure professionali per lavori che oggi non possiamo ancora immaginare.

Insomma, va preso sul serio quanto pubblicato dal World Economic Forum che, nel suo recente report, ci ha fatto sapere che a livello mondiale, tutti i lavoratori dovranno aggiornare le proprie competenze entro i prossimi 5 anni.